Campo Servizio Vocazionale Camilliano 2008

 

 

click

L’estate siciliana dello Studentato camilliano di Roma

Sabato 12 luglio i postulanti dello Studentato, insieme al loro responsabile si sono recati in Sicilia per i festeggiamenti di San Camillo e per un Campo-Servizio, organizzato insieme ai confratelli della Provincia Siculo Napoletana. Ad accoglierli fraternamente sono stati Fr. Carlo Mangione, animatore vocazionale della Provincia Sicula, e il P. Alessandro Marzullo, direttore a Mangano di Acireale presso l’Istituto “Giovanni XIII”, e dove i nostri hanno alloggiato durante il loro soggiorno. (P. Sergio Palumbo)

 

 

click

Cronaca di un’esperienza di carità e di fraternità

Da lunedì 21 a domenica 27 luglio 2008 postulanti e aspiranti delle Provincie Romana e Siculo-Napoletana si sono trovati insieme per un “Campo di servizio” organizzato dai Segretariati per la pastorale vocazionale delle due Provincie interessate.

La sede dell’incontro è stata l’Istituto Medico Psico-Pedagogico “Giovanni XXIII” in Mangano di Riposto (CT). L’iniziativa proposta è stata organizzata come momento particolare di riflessione, preghiera, fraternità e servizio. (Michelangelo Alemagna)

 

 

click

Marta e Maria: due facce di un’unica medaglia.

Tra le pagine del Vangelo che caratterizzano maggiormente la spiritualità dell’Ordine Camilliano, sicuramente vi è la parabola del Buon Samaritano (Lc 10, 29-37). Mi colpisce che subito dopo la narrazione della parabola, l’evangelista Luca ci presenti Gesù nuovamente in viaggio e facente poi sosta presso “un villaggio” (v. 38) dove vive lui stesso l’esperienza dell’accoglienza: è l’episodio di Marta e Maria narrato nello stesso capitolo, ai versetti 38-42. (Alfredo Tortorella)

 

 

click

Quando la carità diventa operativa….

Siano rese grazie a Dio, San Camillo e la Vergine Santa per il dono di aver trascorso, dal 21 al 27 luglio, una settimana di fraternità, preghiera, riflessione e servizio ai fratelli senza fissa dimora, svoltasi a Mangano in provincia di Catania con la famiglia Camillliana. Chi vi scrive è un aspirante che desidera ardentemente entrare a far parte di questa famiglia per meglio conoscere e seguire Gesù umiliato e crocifisso, tuttavia affidandomi e fidandomi di Lui sia fatta sempre la volontà di Dio. (Antonio Zinni)