Nella Chiesa di "Villa Sacra Famiglia" in Roma, sabato 11 febbraio 2012 in comunione con tutta la Chiesa, nella Memoria della B.V. di Lourdes è stata celebrata la «Giornata Mondiale del Malato» "per e con" gli Ospiti della collegata Casa di Cura, dal 16 luglio dello scorso anno passata in gestione allo "Institut Hospital Group".

La "Giornata" è stata preparata nei pomeriggi dell'ultima settimana dal Cappellano, il camilliano P. Charles Kinda, che nella breve Omelia ha richiamato le linee fondamentali del Messaggio del Santo Padre su i "sacramenti di guarigione", mettendo l'accento sulla Unzione degli Infermi «che è un sacramento per i vivi con il quale si evidenzia che non c'è barriera per l'amore di Dio Misericordioso, il Quale dona una Grazia speciale alla sua creatura nel tempo di una grave malattia o è in pericolo di vita, per affrontare con forza e serenità d'animo il difficile momento, e ottenere la guarigione anche del corpo. Dio ci ama tanto così che la sua Misericordia non viene limitata dalle nostre miserie e debolezze».

Alla Concelebrazione hanno preso parte il Superiore di “Villa Sacra Famiglia”, i Confratelli della vicina Comunità Internazionale Camilliana "Beato E. Rebuschini" con il Superiore P. Anselmo Zambotti, e P. Arnaldo Pangrazzi che ha guidato la Liturgia e animato il canto corale di tutta l'assemblea partecipante.

Le avverse condizioni meteorologiche, particolarmente pesanti qui su Monte Mario per l'abbondante neve caduta nelle ultime 24 ore, ha limitato la partecipazione dei fedeli delle adiacenti residenze che ordinariamente partecipano alla S. Messa del sabato sera.

Ma non ha fermato Don Nicola Zenoni della Parrocchia S. Eugenio, che con i suoi giovani e ragazze da tempo vengono una volta al mese per vivere l'esperienza della fraterna solidarietà con i gentili Ospiti della Casa di Cura.

Padre Domenico Jimmy Kitsada Khamsri ha documentato con la sua "magica Pentax Optio I-10" il bello e straordinario "Giorno", tutto dedicato alla condivisione della «stagione della vecchiaia» con gli Ospiti di questa Casa di Cura, occasione di profonda riflessione sul mistero della vita dell'Uomo. (fpr)