ORDINAZIONI SACERDOTALI

NELLA CATTEDRALE DI OUAGADOUGOU

 

Erano 11 i giovani chiamati all'Ordinazioni Sacerdotale in questo pomeriggio del 7 luglio 2012. La celebrazione è stata presieduta da Mons. Philippe Ouédraogo, Arcivescovo di Ouagadougou, avendo accanto l'Arcivescovo Jean-Marie Compaoré, Arcivescovo emerito di Ouagadougou, e il Vescovo Leopold Ouedraogo recentemente nominato Vescovo ausiliare della medesima Arcidiocesi, e circondato da molti sacerdoti. Molti erano i genitori e i fedeli accorsi per unirsi alla preghiera ed essere testimoni del lieto evento.

Tra gli ordinandi, il nostro Istituto ha avuto 4 dei suoi figli: Padre Charles Ouedraogo, P. Romaric Dipama, P. Yanogo Daniel, e P. Pascal KABORE.

Nella sua omelia, il vescovo Filippo è ritornato sul significato e la dignità del ministero sacerdotale, senza trascurare di dare dei consigli ai giovani ordinandi.

Egli ha ricordato che "essere prete non è una carriera che si abbraccia (...) per diventare importante grazie alla Chiesa (...), ma una pura grazia di Dio" per il servizio della Chiesa e del mondo. Citando il Concilio Vaticano II (PO 12), egli ha osservato che il sacerdozio è una vera dedizione per governare e santificare la Chiesa. Per fare questo, la moneta comune degli ordinati di questo giorno è imperativa: essi si devono conformare ogni giorno all'invito di Cristo "Rimanete nel mio amore" (Gv 15, 10).

Il Vescovo ha anche ricordato che al centro della vita sacerdotale è l'Eucaristia celebrata e adorata quotidianamente.

Egli ha anche insistito sulle qualità essenziali del sacerdozio all'interno disponibilità ovvero la disponibilità interiore all’umiltà e all’obbedienza, la selezione e l'accettazione della perfetta continenza per vivere con maturità e licidità. Monsignore Arcivescovo ha detto loro di essere sempre disponibili e generosi di servire là dove saranno inviati. E per riuscire nella loro missione, essi dovranno ogni giorno entrare nella mente della Chiesa, nell'appartenenza ad un presbiterio, nella capacità di lavorare con gli altri.

Ha anche lanciato loro questo invito: "distinguetevi per il vostro attaccamento costante a Gesù Cristo".

P. Omer SODERE