Bucchianico ringrazia il Signore per le vocazioni di

Germano e Umberto

 

 

Il giorno 12 ottobre 2008 alle ore 11:00 nella Chiesa di Villa S. Famiglia in Roma, il novizio Germano Santone ha emesso la sua prima professione religiosa entrando cosi a far parte della numerosa Famiglia dei Ministri degli Infermi (Camilliani).

Giornata ricca di intense emozioni per l’intera comunità Provinciale, per quella di Bucchianico rappresentata da un nutrito gruppo di fedeli e per la famiglia del neo-professo.

La Celebrazione Eucaristica è stata presieduta dal Vicario Provinciale P. Luigi Secchi e da numerosi concelebranti.

Il servizio liturgico è stato curato dai seminaristi dello Studentato Camilliano Romano e dai Ministranti della Parrocchia S. Michele Arcangelo di Bucchianico; i canti liturgici eseguiti dalla piccola corale della Cattedrale di S. Pietro in Frascati.

 

 

In cammino con Paolo e Camillo

Venerdì 17 ottobre 2008 la Comunità Parrocchiale di Bucchianico ha ringraziato il Signore per il dono di due vocazioni religiose nella famiglia Camilliana. Una “Veglia di Preghiera”, ideata dal camilliano P. Giovanni Aquaro, ha guidato i fedeli sui sentieri della vita di San Paolo e San Camillo. “Con San Paolo in viaggio a Corinto; con San Camillo – con amore - tra i malati.

Due storie di conversione e di testimonianza, di sequela e donazione; intrecciate tra loro hanno portato i numerosi fedeli sui sentieri della contemplazione del mistero della “Chiamata”.

Numerosi i fedeli, soprattutto i giovani della parrocchia, che hanno risposto con particolare entusiasmo all’iniziativa lanciata dalla Comunità Religiosa di Bucchianico di pregare per le vocazioni, ma soprattutto per Germano Santone che ha emesso la sua “Prima Professione Religiosa” e per Umberto D’Angelo entrato in noviziato in settembre.

Non possiamo nascondere la sorpresa che molti di noi hanno avuto nel vedere i tanti giovani e l’intera comunità accorsa numerosa a questo appuntamento. Erano presenti anche le Figlie di San Camillo di Bucchianico, i giovani dell’AC parrocchiale, il Rinnovamento nello spirito, la Famiglia Camilliana Laica, gli amici di Comunione e Liberazione di Chieti e i giovani della Parrocchia di S. Pio X in Grottaferrata dove Germano ha vissuto un anno nel periodo di noviziato presso il Villaggio “Litta”.

Il P. Giovanni ha incentrato la propria riflessione sui viaggi dell’Apostolo delle Genti e quelli di Camillo, fondendoli in quelli quotidiani di ognuno di noi. Un modo semplice e coinvolgente per far capire come il Signore opera inaspettatamente nelle nostre vite e come attrae i nostri sguardi su di Lui rendendoci contemplatori del Mistero.

 

“Non abbiate paura di rispondere alla chiamata del Signore…”

Sabato 18 ottobre la comunità di Bucchianico ha concluso questi due giorni di preghiera per le vocazioni con una concelebrazione eucaristica presieduta dal Parroco P. Vincenzo, nel Santuario di San Camillo. Erano presenti il P. Mario Agasantis (consigliere provinciale); il P. Cristoforo (rettore del Santuario); il P. Alfredo Buracchio; P. Giovanni Aquaro e P. Antonio Marzano della Comunità Religiosa dell’Ospedale S. Giovanni in Roma. Anche in questa occasione il Parroco, nella sua Omelia, ha parlato della chiamata del Signore, della Vocazione.

Ha ricordato ai tanti giovani presenti di non aver paura di seguire il Signore sulla via dei consigli evangelici e servire il prossimo con tutto l’amore che si ha nel cuore. Ha inoltre incoraggiato tutti i genitori a seguire i propri figli nel loro cammino di fede e soprattutto nei momenti delle scelte più importanti e decisive della loro vita.

La “due giorni Bucchianichese” vissuti all’insegna della preghiera, accompagnati dalle figure di Paolo e di Camillo, hanno segnato molti di noi ragazzi che abbiamo visto uno dei nostri amici indossare l’abito camilliano, messaggio di eroica carità e di amore illimitato; la gioia di sapere che un altro nostro coetaneo ha iniziato il cammino di noviziato nella Famiglia Camilliana ha riempito di gioia i nostri cuori.

Il Signore, per intercessione di San Camillo li guidi e li protegga sempre nel loro difficile cammino annuncio e misericordia. Anche noi giovani ci affidiamo a San Camillo perché il suo messaggio tocchi i nostri cuori e la sua vita esemplare sia per noi modello da imitare.

Un grazie in modo particolare alla Comunità Religiosa di Bucchianico che ha promosso questi intensi momenti e al P. Giovanni Aquaro che con la sua instancabile vivacità ha reso la nostra preghiera particolarmente emozionante e profonda.   (un giovane di Bucchianico)