23 Settembre 2010

 

Al via il cammino di San Camillo
 da Bucchianico a Roma

 

 

 

Fratel Luca Perletti M.I. con un pellegrinaggio a piedi, insieme a due compagni, percorrerà circa 220 km, toccando alcuni luoghi cari alla memoria camilliana.

Partito lunedì 20 settembre da Bucchianico, Fratel Luca, grazie alle moderne tecnologie informatiche, durante tutto il cammino ci renderà partecipi di questa bella esperienza inviandoci alcune impressioni quali pagine di un "diario di viaggio": www.camilliani.org

 

Questa mattina, con la partecipazione alla Messa al Santuario di Bucchianico, abbiamo dato inizio ad un pellegrinaggio che dalla città che diede i natali a San Camillo ci porterà alla casa che lo ha visto perdersi in carità incommensurabile e terminare i propri giorni terreni. Se non sbaglieremo ulteriormente il cammino, questo pellegrinaggio coprirà circa 220 km, toccando alcuni luoghi cari alla memoria camilliana.

 

Ai piedi della cappella sita nella casa natale di Camillo, abbiamo chiesto assistenza per questo cammino, pregando anche per tutto l'Ordine: abbiamo con noi, infatti, tutti i nostri confratelli, i loro bisogni e le loro aspirazioni; le loro gioie e delusioni, le attese e le speranze. 

 

 

Prima Tappa
Bucchianico – Popoli


«Don Panfilo, parroco di S. Lorenzo martire a Popoli (AQ) ci accoglie poco prima che inizi la Santa Messa. “Scusi se siamo arrivati a quest'ora” abbozziamo, consapevoli che l'ora è la meno propizia per un sacerdote, solo, con una grande Parrocchia. “Scherzate? È un onore accogliere i Figli di San Camillo, questo grande santo della nostra terra!”. E via, di corsa – per quanto egli può – ci conduce alla casa parrocchiale dove possiamo ristorarci. Questa accoglienza, al termine di circa 60 km di cammino (la lunghezza è dipesa dal fatto di aver sbagliato itinerario), ci apre il cuore e di colpo ogni fatica è dimenticata, il sudore evapora e le forze ritornano!

 

*** Nella Home Page di questo nostro sito gli "Itinerari Camilliani da Bucchianico"