Cinque giovani Novizi camilliani domenica 3 ottobre 2010, dopo un anno di intensa formazione sotto la guida del Padre Maestro Cristoforo Trebski, inseriti nella Comunità Camilliana del Santuario San Camillo di Bucchianico, cittadina natale del proprio Padre Fondatore S. Camillo de Lellis, hanno emesso i "Primi Voti Religiosi", entrando così ufficialmente a far parte della grande famiglia dei Religiosi con la "Croce Rossa sul petto".

Ha presieduto la Solenne Concelebrazione il P. Emilio Blasi, Superiore Provinciale della "Romana", con a lato il P. Rosario Messina, Superiore Provinciale della "Sicula-Napoletana". Quale sintesi dello straordinario evento diamo qui la parte iniziale della articolata Omelia del P. Emilio Blasi:

 

«Carissimi,

accostiamoci al Signore per renderGli grazie, a Lui acclamiamo con canti di gioia (Cfr. Salmo 94), per averci concesso di essere qui a vivere questo intenso momento di fede nella stupenda cornice di Bucchianico, città natale del nostro Santo Padre Camillo, in questa città in cui tutto parla di lui, in questo luogo che in ciascuno di noi, a titolo e in misura diversa, risveglia tanti ricordi e assume profondi significati.

Si tratta di una gioia che deriva dal dono di Dio e di un grazie che vuole essere voce riconoscente del cuore per tutto quello che Egli fa per noi.

La chiamata del Signore alla vita religiosa è un Suo grande dono, come pure lo è quella forza misteriosa che, unita alla nostra libertà, ci rende capaci di risponderGli con entusiasmo.

Oggi è festa, miei cari! Non lo è soltanto perché è il Giorno del Signore, ma anche perché alcuni giovani, dopo aver chiesto, al termine del loro Noviziato, di entrare ufficialmente a far parte del nostro Ordine dei Chierici Regolari Ministri degli Infermi, stanno per essere accolti nella nostra Famiglia, con la loro Professione temporanea.

Eccoli qui dinanzi all’altare: Antonio Zinni, Michelangelo Alemagna e Antonio Saccomanno della Provincia Romana e Leonardo Carobene ed Alessandro Persico della Provincia Siculo-Napoletana.

Questa è per voi la prima tappa importante della strada che vi sta di fronte, la prima scelta che vi impegna temporaneamente, appunto, davanti a Dio e davanti alla Chiesa e con la quale state per intraprendere l'avventura di una vita, la vostra, che intendete spendere come un dono ai fratelli.

La vostra gioia è la gioia di tutti noi: dei vostri genitori, dei vostri familiari, dei sacerdoti e dei religiosi di cui il Signore si è servito per farvi conoscere il Suo progetto, dei Formatori che vi hanno preparato e accompagnato nella fase di discernimento, delle comunità da cui provenite, degli amati concittadini di San Camillo, qui presenti numerosi e degli amici che sono venuti per salutarvi e pregare per voi e insieme a voi.

Voi inoltre potete sentirvi orgogliosi, per essere stati “protagonisti”, dopo diversi anni, di un Noviziato interprovinciale, concordato tra la Provincia Romana e la Provincia Siculo-Napoletana e per aver potuto vivere questo anno così importante all’ombra del Santuario del nostro San Camillo.

Sono sicuro che questa esperienza lascerà un segno positivo dentro di voi e, impressa nel cuore, vi accompagnerà per tutta la vita.»

 

L'ampia Chiesa di Sant'Urbano era gremita al massimo di Parenti, Amici e Fedeli di Bucchianico. Con la presenza del nuovo Superiore e Rettore del Santuario, il camilliano P. Eligio Castaldo, ci piace mettere in evidenza il gran numero di Confratelli venuti da Comunità dislocate in Sicilia, Napoli, Roma e Centro Italia, e Religiosi Camilliani del Benin e una folta rappresentanza del Burkina Faso in aiuto delle "Provincie Madri", e la presenza del Vice Provinciale Burkinabé P. Prosper Kontiebo.

Particolarmente s'è fatta notare la "Rappresentanza Vastese", guidata dal Don Stellerino D'Anniballe Parroco di S. Pietro, con la sua televisione TRSP, e la "Confraternita del SS.mo Crocifisso", della quale uno dei giovani "Neo-Professi" era stimato "Confratello".

Altra presenza significativa è stato il gruppo di circa 40 Persone della Parrocchia S. Camillo di Roma, con i giovanissimi "Ministranti" e genitori, guidati dal Parroco il camilliano P. Luigi Secchi, venuti per essere accanto ai "giovani romani" che negli anni di "Probandato" hanno collaborato nelle varie attività parrocchiali.

Il "Servizio all'Altare" lo hanno svolto i ministranti romani, guidati dai chierici camilliani Germano e Umberto, bucchianichesi. Il Coro dei giovani e ragazze di Bucchianico ha animato e sostenuto il Canto Liturgico.

 

*** Vi invitiamo a leggere la Omelia del Padre Provinciale - click

*** Una bella ed ampia "Galleria Fotografica" è qui... - click

* * * * *

Se qualcuno si sente ispirato da Dio sappia che «Stà questa Congregatione fondata nel Precetto della Charità, cioe d'amare Iddio sopra tutte le cose et prossimo come se stessa al qual fine mirano tutte l'attioni ch'ella fà cosi corporali come spirituali.... "Nolite timere pusillus Grex", verrà tempo che questa picciola famigliuola si spargerà per tutto il mondo, e che questo Instituto santificarà molti.... »

 

Seminario Camilliano Romano

Via Pecori Giraldi 51 - 00135  Roma

Tel. 06 36303215 - Fax 06 36308019