Il liceo “Guglielmo Marconi” di Pescara, il giorno 13 dicembre 2010, ha accolto una delegazione della Vice Provincia Camilliana del Burkina Faso composta da P. Jean Ouédraogo, P. Omer Sodere e P. Salvatore Pignatelli, medico e direttore delle Istituzioni Sanitarie Camilliane di Ouagadougou.

Da cinque anni il liceo “G. Marconi” promuove l’adozione a distanza di numerosi ragazzi del Burkina e dello “Juvénat S. Camillo” di Ouagadougou, ciò grazie all’iniziativa del P. Albert Sedgo e del Prof. Giuseppe Filareto, biologo nutrizionista e insegnante  al liceo Marconi.

Spinti dal desiderio di consolidare questa collaborazione fra il liceo “Marconi” e lo “Juvenat S. Camillo” di Ouagadougou, è stata  organizzata una mattinata di incontro a Pescara nell’aula magna del liceo, alla quale sono stati invitati il direttore dello Juvenat P. Jean Ouédraogo e un insegnante P. Omer Sodere. Padre Pignatelli, presente in Italia per altri impegni, ha partecipato in quanto rappresentante del Consiglio della Vice-Provincia.

 

 

La delegazione del Burkina Faso è stata accolta calorosamente dal preside Prof. Lucio Angelo Rossi, dal Prof. Giuseppe Filareto e da tutta la  scolaresca nell’aula magna dell’Istituto. Il preside ha pronunciato parole di stima e soprattutto ha incoraggiato studenti e insegnanti a  percorrere con entusiasmo la strada della solidarietà, unica via per costruire una vera pace fra i popoli. Il P. Jean Ouédraogo ha presentato il “Juvenat” con tutte le attività mentre veniva proiettato un filmato che  mostrava i giovani “juvenisti” camilliani nelle diverse attività: scuola, preghiera, sport e attività remunerative come l’allevamento dei conigli, dei maiali e coltivazione di legumi. Ciò per sottolineare la formazione integrata e completa che noi intendiamo dare ai nostri giovani. Padre Omer riprendendo il discorso della formazione alla vita che si realizza nella nostra casa di formazione, ha ringraziato tutti i presenti per quello che hanno fatto e che continueranno a fare per i ragazzi loro coetanei del Burkina.

 

 

Il P. Pignatelli poi ha concluso parlando a nome dei responsabili della Vice Provincia, ha ringraziato per l’accoglienza calorosa ricevuta ed ha esortato i giovani presenti a vivere per un ideale,  a dare  uno scopo alla loro vita. Ha detto anche che la responsabilità che si assumono nell’adottare giovani fratelli del “Burkina” li aiuterà a dare un senso alla loro esistenza.

Il Prof. Filareto ha concluso la mattinata ringraziando i religiosi camilliani che hanno accettato di venire ad animare la mattinata ed ha annunciato che il “gemellaggio” tra il Liceo Marconi di Pescara e lo Juvenat S. Camillo di Ouagadougou, sancito da un protocollo d’accordo, sarà lo strumento per realizzare solidamente e concretamente la collaborazione.

Dopo aver congedato studenti e professori la delegazione del Burkina si è recata nello studio del Preside per firmare il protocollo d’accordo. Tale protocollo precisa i vari aspetti della collaborazione: costituzione di una biblioteca, adozione di una scolaresca dello juvenat, contatti  telematici per approfondire le rispettive culture.

Una mostra fotografica è stata allestita nei corridoi dell’istituto dove si potevano vedere in sintesi tutte le attività della vice provincia burkinabé.

Il Prof. Filareto ha poi condotto la delegazione attraverso la città di Pescara per una rapida visita turistica conclusasi con il pranzo. (Da uno dei nostri inviati)