SOS Chile terremoto
 

Camilliani in azione

La Comunità Camilliana presente nella Diocesi di San Bernardo
si è subita attivata per portare soccorsi nelle zone più disastrate
dando mandato a P. Pietro Magliozzi di organizzare una "Task-force"
Vi invitandiamo a visitare il loro sito per gli aggiornamenti.
Per l'invio di aiuti queste le coordinate bancarie:
 

c/c n° 20791  - intestato a 
Provincia Romana dell’Ordine dei Chierici Regolari Ministri Infermi.
UBI - Banco di Brescia - filiale Roma 5 - Via Veneto, 108 - 00187 Roma.
IBAN: IT 08 R 03500 03205 000000020791
BBAN: R 03500 03205 000000020791
CODICE BIC: BCABIT21
Causale: emergenza terremoto in Cile

 

Ecco una nostra traduzione dei primi interventi:
 

"Il primo gruppo che è stato preparato dalla Delegazione Camilliana di San Bernardo, è costituito, - iniziando da sinistra della foto n. 1, da P. Pietro Magliozzi, medico camilliano - Luca Bortolo, economista italiano - María Elena Bacchin, medico - Suor Teresinha Scalco, Ministra degli Infermi, cappellano dell'ospedale, tecnica infermiera - Alicia Hernandez, psicologa - Sebastian Maldonado, Assistente sociale, coordinatore del gruppo. Si aggiungerà Suor Herminia Huaman, Figlia di S. Camillo, tecnica infermiera e, auspicabilmente, da altre due Figlie di S. Camillo del Perù. Madre Marina, Figlia di San Camillo, ha anche un ruolo chiave in tutta la missione camilliana nella Diocesi di Linares, ospitata dal Vescovo Tomislav Koljatic.
Padre Pietro rimarrà in San Bernardo a tenere in mano la logistica, approvvigionamento del gruppo e mantenere contatti in tempo reale con il team della CTF Camilliana di Roma. Il resto del gruppo partirà il 6 per Linares e Chanco. In Linares si attiverà il lavoro di assistenza nell'Ospedale che è crollato. In Chanco, Curanipe, Quella, Costituzione, Pelluhue, dove si svilupperà un lavoro di medicina di comunità, di salute pubblica, psico-sociale, assistenza e sostegno secondo lo stile Camilliano.
Nella foto n. 3, Religiose, religiosi e laici camilliani presenti nell'Ospedale della città di Constitución.
Il 27 febbraio alle 3:45. il terremoto. Il 1 ° marzo sono stati in grado di trovare il primo contatto, a causa del blocco nei primi due giorni di Internet, telefono e energia elettrica. Il 2 marzo è stato attivata la CTF, "Camillian Task Force International", che il 3 arriva in Constitución per fare una prima analisi delle necessità, e il 4 e 5 per acquistare tutto ciò per partire poi il 6 marzo in missione a Chanco.
Il gruppo Camilliano di San Bernardo è arrivato a Constitución dopo 5 ore di auto, il 3 marzo per andare dal Vescovo per chiedere l'autorizzazione di azione nella sua Diocesi per la "Camillian Task Force", il gruppo di pronto intervento materiale e spirituale.
Le Figlie di S. Camillo sono partite per Linares, un'ora anno e mezzo di auto, per portare merci e forniture per l'ospedale. La città era a terra con la metà delle loro case. L'odore: un mix di cadaveri, di gas e di pesce in putrefazione, e i due gruppi si sono incontrati in piazza d'Armi di Constitución, per programmare insieme l'intervento in questo disastro.
Un provvidenziale incontro e una coincidenza non facile da ottenere. Dio è meraviglioso!
Nella terza Domenica di Quaresima Anno C, nel Vangelo si parla di un gruppo di persone che sono morte tra le macerie, come nei terremoti. Gesù dà l'interpretazione: non è una punizione per essere più peccatori di altri. Semplicemente è un avvertimento di Dio di convertirsi. "Se voi non vi convertirete, perirete nello stesso modo."
Il terremoto è, biblicamente parlando, un invito alla conversione, vederlo come una questione importante e vitale, che non può essere rinviata. Dice il biblista Silvano Fausti è come avvisare uno che sul suo occhio ha un veleno, che nel suo letto c'è un serpente velenoso. E' volere il bene e la salvezza degli altri."